ANNO CABRINIANO Giugno - 2017

 

 

 

 

 

 

 

 

Beati i perseguitati a causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli (Mt 5,10).

Il vero cristiano non ha alcun timore per le persecuzioni che possono raggiungerlo: invece di spaventarsi riprende vigore, invece di intristirsi ne prova grande gioia. La caratteristica di questa beatitudine è la sua esplicita motivazione cristologica: non basta essere perseguitati, bisogna essere perseguitati a causa di Gesù. Questa beatitudine  richiama  l’esempio dei santi. Santa Francesca Cabrini ha fatto sua questa beatitudine. Un fatto particolare ci mostra la via che condusse la Santa alla sua vera grandezza nella fedeltà nel fare i sacrifici che giornalmente richiede, nell’esercizio delle virtù che crescono ai piedi della croce. Essa non cessava di confortare le suore e di animarle a fare generosamente il sacrificio della vita. “Su, coraggio, figliuole, diceva, ecco il momento in cui potete, offrendo generosamente la vostra vita, dimostrare di essere vere Missionarie. Ripetiamo insieme di cuore: Beato quel giorno in cui mi sarà dato più soffrire per una causa si santa e pietosa”. (Vita e opere di santa Francesca Cabrini pag.145). Questa è la strada sicura per cui ha camminato Madre Cabrini. Oggi, noi cristiani per primi, dovremmo seminare intorno a noi, sia con la testimonianza del nostro comportamento e poi anche con le parole, uno stile di fedeltà e di coerenza. Anche a noi Gesù dice: “Non abbiate paura!”. Oggi la persecuzione, nelle nostre terre, non si scatena contro chi  dice di essere cristiano, ma può facilmente scatenarsi contro chi ha il coraggio di portare la propria coerenza evangelica fino alle ultime conseguenze.
Oggi non è facile vivere le Beatitudini, eppure siamo tutti chiamati a viverle fino in fondo, con Gesù. Rileggendola in profondità, si vede chiaramente che l’ultima beatitudine non riguarda soltanto alcuni momenti della storia della chiesa, né solo alcuni uomini particolari: al contrario essa riguarda la vita normale del cristiano di ogni tempo.

 

Nella fede che tutti ci unisce Suor Assunta Scopelliti msc            Новоалтайс  01.06.2017