ANNO CABRINIANO Ottobre 2017

 

"Beata te che hai creduto!"

In questo mese di Ottobre  meditiamo sulla grande beatitudine: "Beata te che hai creduto.!" E' nella fede la grandezza di Maria; fede nella Parola che Dio le ha rivolto, fede nel credere che "a Dio tutto è possibile", fede nella certezza delle promesse di Dio, nonostante tutto. Maria sa che tutto è dono di Dio, che tutto viene da Lui, che a Lui va dato ogni lode e benedizione. Così proclama e canta, nel profondo della sua umiltà, il grande cantico di lode: "L'anima mia magnifica il Signore, perché ha guardato l'umiltà della sua serva, perché ha fatto e fa cose grandi, Lui che è l'Onnipotente". Riconosciamo in questa beatitudine  come Dio l'onnipotente  sceglie la via della piccolezza per salvarci, per farci suoi: in Maria si fa uomo, perché noi potessimo essere elevati alla dignità di figli di Dio". Di fronte al suo amore infinito, di fronte alla disponibilità di Maria ("eccomi"), vogliamo imparare la generosità della risposta di fronte alla nostra vocazione e missione per la lode di Dio e per la salvezza dei fratelli. Per vivere bene questa Beatitudine ci viene in aiuto Santa Francesca Cabrini. In una lettera scritta durante uno dei suoi viaggi: “Oh, si! cose grandi ha fatto il Signore per la Madre nostra, perché Ella è sempre stata fedele alle grazie che la investivano. Quale felicità è mai la nostra di averla per madre e Fondatrice del Nostro Istituto!”… In un altro passo dice: “Abbandoniamoci dunque, vi ripeto, fiduciose nella Augusta nostra Regina e Madre e all'’ombra sua fecondatrice vivremo sempre sicure”. (Il “Credo” di Santa Francesca Cabrini da il Cristallo della Fede a cura di Sr. Maria Barbagallo, msc pag. 61).  Questo lo faremo nella fede, gustando e vivendo la beatitudine di Maria: Beata te che hai creduto. Beato ciascuno di noi che vive di fede, nel mondo di oggi!

Suor Assunta Scopelliti MSC