Santa Francesca Saverio Cabrini


Santa Francesca Saverio Cabrini, comunemente conosciuta come Madre Cabrini, è una Santa Italiana, naturalizzata americana nel 1909.
Nacque a S. Angelo Lodigiano (Lo), il 15 luglio 1850, da una modesta famiglia di agricoltori. Maturò la sua vocazione religiosa mentre assolveva il compito di maestra a Vidardo e durante l'incarico di gestire una casa per orfane a Codogno. Trascorsi sei anni, finalmente libera dalle responsabilità della Casa della Provvidenza, fondò, il 14 novembre 1880, l'Istituto delle Missionarie del Sacro Cuore di Gesù, proprio a Codogno (Lo).

Per circostanze storiche e per volontà del Papa Leone XIII, il suo desiderio missionario di andare in Cina, venne orientato agli Stati Uniti e all'America del Centro e del Sud, dove milioni di italiani espatriavano in cerca di lavoro e di migliori condizioni di vita.
Madre Cabrini, divenne così custode, protettrice e Madre di migliaia di emigranti italiani, per loro aprì scuole, orfanotrofi, educandati e ospedali, contribuendo a farli integrare nelle nuove realtà sociali americane.



Viaggiò continuamente, attraversando l'Atlantico numerose volte, valicando a cavallo la Cordigliera delle Ande e percorrendo in treno, in carrozza e anche a piedi, le terre del Centro America, del Brasile, dell'Argentina e di molti stati del Nord America e dell'Europa. Dovunque volle che l'Amore del Cuore di Gesù fosse conosciuto e amato, attraverso la preghiera, l'esempio e le opere delle sue Missionarie, promuovendo la solidarietà, la difesa della vita e della dignità della persona umana. 

Morì a Chicago (USA) il 22 dicembre 1917, venne Beatificata il 13 novembre 1938, dichiarata Santa il 7 luglio 1946. L'8 settembre 1950 venne proclamata da Pio XII Patrona Universale degli Emigranti.