NEWS

Venerdì, 02 Febbraio 2018
IMAGE Ritorno a casa!

Giovedì, 18 Gennaio 2018
IMAGE SETTIMANA NAZIONALE della MIGRAZIONE

SETTIMANA NAZIONALE della MIGRAZIONE

Frontiera: pellegrini tra cui Jason Wilhite e Fratello John Eustice, CV presso il muro di confine mentre trascorrono la giornata con la Kino Border Initiative dei gesuiti.

 

Settimana Nazionale della Migrazione a Chicago e presso la Frontiera

La cerimonia della National Migration Week a Chicago è iniziata con la messa nella Holy Name Cathedral celebrata dal cardinale Blase J. Cupich.

Il tema della liturgia, "Molti viaggi, una famiglia", risponde all'appello di Papa Francesco affinché i cattolici si sentano coinvolti nell'accoglienza, nella protezione e nell’integrazione dei migranti e dei rifugiati in tutto il mondo e siano solidali con loro nella partenza, nel transito, arrivo o ritorno.

La settimana scorsa, alcuni ex-alunni del Cabrini Retreat Center Kairos hanno messo in pratica l’appello del Papa, facendo un pellegrinaggio al confine tra Stati Uniti e Messico. Questi studenti universitari hanno viaggiato con la comunità di Viatorian, tra cui padre Corey Brost, che è il condirettore della Viator House of Hospitality, una casa sicura per i giovani immigrati che cercano asilo negli Stati Uniti. Jason Wilhite, un ex-alunno del Cabrini Kairos ha partecipato e riflettuto su 4 temi chiave: umanizzare, accompagnare, coinvolgere e cristianizzare. "I 4 temi erano le prospettive dalle quali ci è stato chiesto di osservare ogni esperienza. Dobbiamo capire che la migrazione è una questione complessa e sentire ogni voce è l'unico modo per giungere alla comprensione comune e al cambiamento reale ".

Ascoltare e accompagnare le persone al confine è stata un'esperienza che ci ha arricchito molto; ci ha permesso di parlare con i migranti, con chi presta lì servizio ed anche con le sentinelle di frontiera Si è potuto riflettere sull’appello di Papa Francesco e su molte delle questioni che hanno un impatto sulla migrazione, tra cui la tratta di esseri umani e i cartelli della droga. Jason ha espresso la sua gratitudine al Cabrini Retreat Center che continua a rimanere in contatto e a sostenere il viaggio dei migranti.

 

 

Bottiglie d'acqua: i pellegrini che camminano lungo il confine si fermano a pregare sulle bottiglie d'acqua vuote dei migranti. Poi mettono qui delle bottiglie piene.