NEWS

Lunedì, 18 Giugno 2018
IMAGE 25 ANNI IN RUSSIA!

Venerdì, 01 Giugno 2018
IMAGE NOI CI SIAMO!

Lunedì, 21 Maggio 2018
IMAGE "Ho scelto te ... sei mia"

Giovedì, 08 Marzo 2018
IMAGE Missione congiunta

Venerdì, 02 Marzo 2018
IMAGE Solleva in alto la Croce!

Venerdì, 23 Febbraio 2018
IMAGE Workshop sull’Interculturalità - Nemi

Giovedì, 22 Febbraio 2018
IMAGE A Braccia Aperte

Venerdì, 02 Febbraio 2018
IMAGE Ritorno a casa!

Giovedì, 18 Gennaio 2018
IMAGE SETTIMANA NAZIONALE della MIGRAZIONE

NOI CI SIAMO!

 

 

Dichiarazione dei Cattolici Americani sul Clima firmata dalla Superiora Generale e dalla Superiora della Provincia Guadalupe, MSC

Come comunità, organizzazioni e istituzioni cattoliche negli Stati Uniti, ci uniamo a governi statali, tribali e locali, nonché a imprese, istituzioni finanziarie e altre organizzazioni religiose, per dichiarare che siamo ancora coinvolti in azioni che soddisfano il clima obiettivi delineati nell'accordo di Parigi.

La Chiesa Cattolica ha da tempo riconosciuto - e 55 anni fa Papa Paolo VI descrisse eloquentemente - le tragiche conseguenze di un'attività umana incontrollata (Laudato Si’, 4). Questa realtà include il problema dell’inquinamento per eccesso di gas serra e la realtà dei cambiamenti climatici forzati dall'uomo. Nel 2001 i Vescovi degli Stati Uniti hanno affermato che "il clima globale è per sua natura una parte dei comuni planetari" e che è necessario intraprendere un'azione prudente per proteggerlo  (Conferenza degli Stati Uniti dei Vescovi cattolici, Cambiamenti climatici globali: Un appello per il dialogo, Prudenza e il bene comune, 2001). In numerose occasioni, Papa Benedetto XVI e Papa Francesco hanno chiesto un accordo internazionale sui cambiamenti climatici.

I cambiamenti climatici sono una questione morale impellente che compromette il futuro del nostro pianeta, minaccia la vita e la dignità umana e aumenta le difficoltà già sperimentate dai più poveri e vulnerabili sia in patria che all'estero. Insegniamo che i governi esistono per proteggere e promuovere il bene comune e che "il clima è un bene comune, appartenente a tutti e destinato a tutti" (Laudato Si ', 23).

Fondamentalmente, il cambiamento climatico globale non riguarda la teoria economica o le piattaforme politiche, né interessi di parte o le pressioni dei gruppi di interesse. Riguarda il futuro della creazione di Dio e l'unica famiglia umana. Riguarda sia la protezione “dell’ambiente umano" che “dell'ambiente naturale”. Riguarda la gestione umana della creazione di Dio e la nostra responsabilità verso coloro che verranno dopo di noi "(Conferenza degli Stati Uniti sui Vescovi Cattolici, Cambiamento Climatico Globale: un appello al dialogo, la prudenza e il bene comune, 2001).

A dicembre 2015, i leader di 195 nazioni hanno adottato l'Accordo di Parigi che ha stabilito un quadro per le nazioni per ridurre le emissioni di carbonio al fine di limitare l'aumento della temperatura media globale sotto i 2°C rispetto ai livelli preindustriali, ed evitare i più pericolosi effetti del cambiamento climatico. La Santa Sede e i Vescovi degli Stati Uniti hanno ripetutamente espresso il loro sostegno.

Il 1 ° giugno 2017, il presidente Trump ha annunciato il ritiro degli Stati Uniti dall'accordo di Parigi, unica nazione a farlo. In risposta, i vescovi degli Stati Uniti hanno dichiarato: "La decisione del Presidente di non onorare l'impegno degli Stati Uniti nei confronti dell'accordo di Parigi è profondamente preoccupante" (Dichiarazione USCCB sul ritiro del presidente dall'accordo di Parigi, 1 giugno 2017).

Come comunità, organizzazioni e istituzioni cattoliche negli Stati Uniti, ci uniamo ad altre istituzioni di tutta la società americana per garantire che gli Stati Uniti rimangano un leader globale nella riduzione delle emissioni. Chiediamo all'amministrazione di unirsi alla comunità globale e tornare all'Accordo di Parigi.