NEWS

Giovedì, 07 Dicembre 2017
IMAGE Avvento 2017

Lunedì, 13 Novembre 2017
IMAGE Bella accoglienza delle famiglie!

Martedì, 08 Agosto 2017
IMAGE APERTURA DEL CENTENARIO IN NICARAGUA

Martedì, 08 Agosto 2017
IMAGE DAL MESSICO!

Mercoledì, 02 Agosto 2017
IMAGE OPERE SOCIALI E SANITARIE IN GUATEMALA

Martedì, 11 Luglio 2017
IMAGE Formazione a Dubbo - Etiopia

Mercoledì, 05 Luglio 2017
IMAGE Festa del Sacro Cuore di Gesù

Lunedì, 08 Maggio 2017
IMAGE Consacrazione Perpetua in Guatemala

Venerdì, 24 Marzo 2017
IMAGE GIORNATE DI FORMAZIONE IN ETIOPIA

Giovedì, 12 Gennaio 2017
IMAGE CENTENARIO di MADRE CABRINI

“Migranti minorenni, vulnerabili e senza voce”

Dopo la grande giornata mondiale di preghiera per i migranti e rifugiati, celebrata il 15 Gennaio c.a.  che ha avuto per tema: “Migranti minorenni, vulnerabili e senza voce”,  tema in cui Papa Francesco nel suo messaggio ci ricordava le parole del Vangelo: «Chi accoglie uno solo di questi bambini nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato» Continua il Papa: “mi sta a cuore richiamare l’attenzione sulla realtà dei migranti minorenni, specialmente quelli soli, sollecitando tutti a prendersi cura dei fanciulli che sono tre volte indifesi perché minori, perché stranieri e perché inermi, quando, per varie ragioni, sono forzati a vivere lontani dalla loro terra d’origine e separati dagli affetti familiari. Noi come Associazione Laici Cabriniani da anni ci siamo fatto carico di accogliere i minori e per loro abbiamo creato nel 2012 il Centro Culturale e Ricreativo dove i bambini possono usufruire del dopo scuola e di altri momenti ricreativi. Sempre per loro abbiamo aperto il Locale “OASI MADRE CABRINI” dove questi piccoli possono accedere a tutte le iniziative culturali e caritative che l’Associazione propone. Con gioia abbiamo ricevuto la conferma dal Santo Padre il Papa per il lavoro che facciamo e continueremo a fare sia con i migranti giovani e adulti che sono in Palma di Montechiaro, ma anche con i piccoli immigrati. Dice infatti il Papa: “Infine, desidero rivolgere una parola a voi, che camminate a fianco di bambini e ragazzi sulle vie dell’emigrazione: essi hanno bisogno del vostro prezioso aiuto, e anche la Chiesa ha bisogno di voi e vi sostiene nel generoso servizio che prestate. Non stancatevi di vivere con coraggio la buona testimonianza del Vangelo, che vi chiama a riconoscere e accogliere il Signore Gesù presente nei più piccoli e vulnerabili.” Ringraziamo il Papa per il suo incoraggiamento e cercheremo di farne tesoro affinché nessuno sia straniero nella comunità cristiana.

Con interesse, con entusiasmo e con tanto sacrificio Abbiamo celebrato la giornata della Lingua madre che ha avuto per titolo “DONNE, MIGRAZIONE E DIRITTI UMANI”. E’ stato interessante perché ci ha motivati e ci ha aiutati a condividere tramite le letture e le testimonianze a dare direttamente voce alle donne e – sempre più – alle giovani, senza filtri e senza barriere. Per incentivare ancora di più con forza il ruolo centrale che le donne ricoprono nell’attuale fenomeno migratorio. La Celebrazione della Lingua Madre ha grande rilevanza anche sul piano del diritto internazionale per la straordinaria presenza di donne immigrati in tutta l’Europa. Vogliamo inoltre dire che I valori centrali di questa giornata come la diversità linguistica ed il diritto di ognuno di parlare la sua lingua madre, sono anche i valori religiosi per cui ogni uomo e ogni donna ha il diritto di esprimere la propria fede.   Sicuramente nessuno oggi vuole fare scomparire le lingue ma tutti vogliamo che tutte le lingue continuino a vivere. Noi Associazione Santa Francesca Cabrini collaboriamo con queste celebrazioni, per sottolineare che c’è una lingua che affratella tutti i popoli e che ognuno nel suo credo parla: La Lingua di «Uno straordinario segno di comunione e di solidarietà: la Lingua dell’amore». Questo è il messaggio forte e chiaro che noi abbiamo cercato di diffondere in occasione di questa giornata come cristiani e come Associazione Santa Francesca Cabrini di Palma di Montechiaro.

                                                                                                                      Antonietta Scopelliti MLC